Robeganese – Pievigina 1 – 1

Un GRAZIE a Mister Tamai

Questo articolo vogliamo iniziarlo con un sincero ringraziamento al nostro Mister Alessandro Tamai e tutto il suo staff per i tre anni trascorsi insieme e la passione messa sul campo. Abbiamo raggiunto con Alessandro risultati incredibili, come una vittoria in TROFEO VENETO e una promozione in Eccellenza, risultati veramente grandi, per tutti. Ora, come spesso succede, la Società ha deciso di cambiare, per dare una scossa alla nostra squadra, ma non possiamo veramente dimenticare quello che è stato il percorso di Alessandro con noi e per questo lo ringraziamo, tutti!

Venendo a ieri possiamo dire che ci sono stati negati i tre punti da una decisione non comprensibile: i rigori, soprattutto quelli assegnati al 49’ del secondo tempo, a gara oramai conclusa, devono essere veramente chiari e netti!

Detto questo, va detto che la gara è stata molto confusa, da entrambe le parti. Da parte nostra, 20 minuti in superiorità numerica, li abbiamo vissuti contratti nella nostra metà campo, invece di attaccare.

Per la cronaca, il nostro gol lo ha messo a segno Rizzato, con un violento tiro nell’angolino basso.

Il primo episodio degno di nota è il mancato fuorigioco segnalato  contro la nostra squadra al 26’ del secondo tempo, la mancata realizzazione di Sciancalepore lanciato in contropiede e l’espulsione di Damuzzo della Pievigina per proteste.

Il secondo episodio, dopo 20 minuti dove ci siamo fatti schiacciare, al 49’ del secondo tempo, il rigore assegnato alla Pievigina per contatto estremamente dubbio tra Bettio e D’Andrea.

1 -1 dunque, risultato giusto per quello che si è visto in campo, ma un’occasione buttata al vento da parte nostra.

“ Mi aspettavo una reazione d’orgoglio dopo la sconfitta contro il Real Martellago di sabato scorso – queste le parole del nostro presidente Roberto Piccoli – ma questa non c’è stata. Manca lucidità, c’è troppa ingenuità sia nel saper gestire il vantaggio sia le situazioni di superiorità numerica. La Rosa non è una rosa di basso profilo, possiamo ambire a disputare un buon campionato, e stiamo lasciando punti per strada! Domenica andremo a Noale, per una sfida che riteniamo fondamentale, sia per la classifica che per l’onore visto che molti dei nostri sono degli ex della Calvi Noale. Dunque mi aspetto di voltare pagina e una forte reazione d’orgoglio da parte di tutti!”.

NOI NE SIAMO SICURI. IN BOCCA AL LUPO RAGAZZI